Si è verificato un errore nel gadget

martedì 28 febbraio 2012

La Focaccia SOFFICE di Grano Duro

ECCO TUTTO IL PROCEDIMENTO SPIEGATO IN UNA SEQUENZA FOTOGRAFICA

Voglio postare una ricetta che ieri sera ha riscosso un successo strepitoso e che, coi dovuti accorgimenti soprattutto in fase di STESURA dell'impasto, alla fine risulta anche relativamente semplice da realizzare.

INGREDIENTI FOCACCIA DI GRANO DURO
- 1 kg di semola rimacinata di grano duro o farina di grano duro
- 1 litro di acqua
- 2g di lievito
- 20g di sale marino
- 30g di olio evo
- 3 giorni di maturazione in frigo

Si usa la planetaria, montando la foglia al posto del gancio. Si versa tutta la farina e i 2g di lievito, ho usato il fresco, di birra, giusto una scaglia (perché la lievitazione sarà mooolto lunga) e poi tutta l'acqua. Si aziona la foglia a vel. media e dopo qualche minuto si aggiunge il sale; si lascia girare ancora un poco e poi si versa l'olio, sempre impastando. A questo punto si manda la foglia al max della velocità, per almeno un quarto d'ora o fino a quando la pasta avrà "incordato", cioè si staccherà tutta dalle pareti della planetaria rimanendo aggrappata saldamente alla foglia. A questo punto si può trasferire sulla piana infarinata e dare le solite pieghe di rinforzo (un'operazione che dovrà essere piuttosto veloce, per non impiastricciarci troppo le dita, essendo l'impasto molto idratato e morbido) per poi chiudere la massa dentro a un bel contenitore con coperchio ermetico, che sia almeno il triplo in volume (l'impasto triplicherà). Si ripone nella parte bassa del frigo e si aspetta dai 2 ai 3 giorni (avendo cura di controllare che non fuoriesca durante la notte inondandoci il frigo!).



LA STESURA
Tiriamo fuori il nostro impasto e lo lasciamo un paio d'ore o anche più, a perdere il freddo di frigo. Predisponiamo 2 ciotole abbastanza capienti e unte con un filo d'olio, per suddividerci l'impasto (verranno due dose da kg l'una; se vogliamo fare un numero maggiore di teglie più piccole, basterà suddividerlo in più porzioni) e al momento di stendere, diamo prima una bella untata anche alla nostra teglia e poi ci versiamo direttamente sopra l'impasto, che sarà morbidissimo e pieno di bolle, sul quale avremo spolverato pochissima farina. Aiutandoci con quest'ultima, facciamo in modo di stendere direttamente sulla teglia l'impasto, avendo cura di allargarlo con delicatezza, il più uniformemente possibile. Mandiamo il forno al max e inforniamo direttamente SUL SUOLO del forno per i primi 5 min per poi spostare la teglia a mezza altezza per i restanti 5-10 min. E il risultato è questo : )


16 commenti:

  1. Scusa, manca la temperatura del forno

    RispondiElimina
  2. il forno AL MAX della temp! ideali sarebbero 300 gradi, ma casa andranno benissimo 250-270 (2-5 min a diretto contatto del piano del forno e 5-10 min a metà altezza)

    RispondiElimina
  3. Non l'ho ancora fatta, ma prima o poi... :)) Ben trovato anche qui!!!

    RispondiElimina
  4. voglio provare a fare questa meraviglia... mi puoi dire se si conserva una volta cotta? e se sì, come? avrei bisogno di prepararla il giorno prima per il giorno dopo... grazie

    RispondiElimina
  5. ciao Stefitel, sì si matiene morbida anche il giorno dopo, l'importante è tenerla ben chiusa, in un sacchetto di plastica e riscaldarla bene, col forno al max, prima di mangiarla :) stessa cosa se si vuole congelare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie alessandro... il problema è che non posso riscaldarla :-/... dici che mangiarla fredda non rende?
      grazie ancora

      Elimina
  6. neanche nel tostapane? allora niente frigo, mettila prima in un normale sacchetto di carta (di quelli da pane) e poi in una busta di plastica; se il giorno dopo dovesse tendere al gommoso, come ultima spiaggia puoi usare una comunissima griglia in ghisa (sai tipo bistecchiera) per poggiarcela sopra qualche minuto

    RispondiElimina
  7. bellissimo e interessantissimo blog, complimenti ti seguirò spesso, il mio è prevalentemente di dolci ma amo anche il salato, proverò il tuo impasto!

    RispondiElimina
  8. ciao, una domanda, senza planetaria quanto pensi che vada impastata? non vorrei overkneading...

    RispondiElimina
  9. ciao, senza planetaria prova con l'acqua in 2 tempi (prima 700g e poi dopo 300g poco alla volta) oppure prova con acqua molto fredda e aggiunta gradualmente, impastando poco con un mestolo e lascia il tutto molto "stracciato", perché più impasti e più tenderà a buttar fuori acqua

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mille. Pensavo di provare a farla con il lievito madre che ho, molto idratato (intorno al 100%). Pensavo di metterne 250 grammi per un kg di farina, che dici?

      Elimina
  10. sì, quantitativo perfetto per 1 kg di farina e 1 giorno di frigo. se vuoi allungare i tempi, metti meno lievito (sui 100-150g ogni kg di farina).

    RispondiElimina